LOGIN

EDIT ACCOUNT

PASSWORD FORGOTTEN?

FRA DESIGN, CINEMA E NUOVE GENERAZIONI: I PUNTI DI VISTA DI BAXTER.

  • 年: 2019

Baxter presenta “Punti di Vista”, un percorso di formazione per giovani filmmaker organizzato da OffiCine durante la Milano Design Week 2019. Proprio nel Laboratorio di Alta Formazione OffiCine - lo spazio creativo nato dieci anni fa dall’incontro fra Anteo e IED Istituto Europeo di Design - i promettenti talenti del cinema si metteranno alla prova in una sfida unica; una masterclass di regia e montaggio ristretta a pochi partecipanti e completamente finanziata, durante la quale si approfondirà il mondo del design e, nello specifico della Design Week e si fornirà una formazione mirata per realizzare le riprese di una selezione di appuntamenti della MDW con uno smartphone. “Cosa accade a Milano durante il Salone del Mobile?”: è questa la domanda che si è posta Baxter, azienda leader nel settore dell’arredamento che finanzia il progetto. Tutti conosciamo Il Salone, la vetrina più prestigiosa nel mondo del design, e il Fuorisalone, la correlata serie di eventi mondani che animano la città per tutta la durata dell’esposizione. Ma Baxter ha deciso di raccontare il risultato del suo costante lavoro di ricerca e di altri progetti affini in termini di contenuti e senso estetico con un linguaggio differente… questa è un’altra storia. 

Un’iniziativa che non a caso accade a Milano, capitale dell’arte e della moda, finanza e – dall’anno scorso – vincitrice del premio annuale del Sole 24h come Miglior Città per la Qualità della Vita. Ricchezza e consumi, affari e lavoro, ambienti e servizi, demografia e società, cultura e tempo libero: sono solo alcuni dei 42 indicatori di benessere della fotografia scattata alle città italiane per decretarne la migliore. Milano svetta in quasi tutti i settori nel 2018, e vince anche il titolo di migliore smart city del Paese. Una Milano più bella e più viva, dunque, che consegue sempre più riconoscimenti ed è attualmente sotto gli occhi di tutti. È lei l’equo palcoscenico del Salone del Mobile, con il quale la città ha un’identificazione molto forte sin dal 1961. 

Il progetto organizzato da Baxter e OffiCine nel capoluogo lombardo è volto ai giovani filmmakers che realizzeranno alcuni video sulla Milan Design Week, al fine ultimo di raccontare dei punti di vista insoliti dell’evento e della città stessa con i suoi protagonisti. Le clip diventeranno parte integrante di un film-documentario finale, realizzato con il supporto dei professionisti del mondo del cinema di alto prestigio di OffiCine. L’innovazione più stimolante per i ragazzi coinvolti sarà cimentarsi nelle mansioni registiche con uno smartphone – unico strumento tecnico fornito ai filmmakers per le riprese video – affinché il linguaggio stilistico del prodotto finale possa essere facilmente riconoscibile anche dalle nuove generazioni. L’utilizzo di un mezzo (o meglio, device) così universale e trasversale dà al programma didattico un valore aggiunto di flessibilità e capacità di adattamento alle situazioni e ambienti più intricati – peculiarità che contraddistinguono l’ambito lavorativo a cui i giovani si stanno affacciando oggi.

Perché proprio la Milano Design Week? C’è da chiedersi, infine. Perché non scegliere un altro simbolo della cultura della città come teatro di un’idea nuova? Forse perché la Design Week è molto più che un’occasione per parlare di design. È molto più di una un’attività espositiva e di una manifestazione creata dai brand di arredo. Si tratta piuttosto di una perfetta rappresentazione della cultura d’impresa come insieme, della capacità di lavorare in squadra di un settore e del suo tessuto creativo e produttivo che riesce a produrre eccellenza. Design industriale, arte, tecnologia, telecomunicazioni, costume e società, food, cinema e musica sono i campi culturali coinvolti nella Design Week, infatti. I numeri delle scorse edizioni del Salone del Mobile sono stati impressionanti: solamente l’evento ufficiale di Rho Fiera ha registrato in 6 giorni un flusso di 435.065 milavisitatori provenienti da 188 paesi (il 26% in più dell’edizione 2017). Un numero che raddoppia se si considerano le affluenze al Fuorisalone. Dati significativi che motivano l’interesse non solo nell’evento di respiro internazionale, ma anche e soprattutto in quello che di solido vi è alle spalle.

Innovazione, progettualità, attualità e ricerca. Sono questi i pensieri motori dell’iniziativa sostenuta da Baxter, che si impegna a garantire la partecipazione degli studenti a titolo gratuito. Per partecipare basta inviare la propria candidatura a officine@ied.ito chiamare il numero 02/5796951. La masterclass si terrà a Milano a partire dall’8 marzo 2019, fra i docenti: Silvio Soldini (direttore artistico), Mattia Colombo, Claudio Bonafede, Valentina Cicogna. I filmmakers selezionati otterranno un rimborso spese utilizzabile per la produzione di un loro progetto. 

Top