LOGIN

LOG OUT

MODIFICA ACCOUNT

PER LA DISISCRIZIONE SI PREGA DI INVIARE UNA E-MAIL A info@baxter.it

HAI DIMENTICATO LA PASSWORD?

MUDEC | MILANO

  • ANNO: 2016

RESTAURANT

 

Nella prestigiosa location del MUDEC di Milano, primo museo italiano dedicato alla pluralità di linguaggi e culture, Baxter mette in scena il restyling del “Ristorante Enrico Bartolini”, che propone vere e proprie opere d’arte gourmet.

Dopo il primo incontro con lo chef stellato avvenuto nel 2013, il feeling reciproco e l'affinità di valori e linee guida crescono sempre di più e il new look che Baxter propone per questo ristorante diviene così una conseguenza naturale di questo incontro.

Lo spazio, intimo e raccolto, esprime l’eleganza e la raffinatezza di un lusso domestico, assolutamente non sfacciato, ma esaltato da colori caldi spezzati da macrografiche. Le texture, che caratterizzano la carta da parati dipinta a mano delle pareti, si trasferiscono così anche sul pavimento decorato attraverso la grafica di un tappeto disegnato direttamente sul legno.

L’ingresso ospita delle comode sedute affiancate da un piccolo scrittoio, dove le linee e i volumi si ispirano agli anni ’50 e ’60. Prodotti d’alto artigianato, disegnati con un tratto morbido e fluido che si fondono qui con il marmo prezioso dei tavolini. Pezzi unici provenienti da cave selezionate in tutto il mondo, trattati con finiture speciali che conferiscono alla materia eleganza e ricercatezza.

Entrando all’interno del ristorante si scopre un ambiente avvolto da un’atmosfera molto elegante dove i toni diventano più scuri. Ruggine, testa di moro, verde muschio e verde bosco sono le sfumature che caratterizzano sia le pelli morbide che i cuoi più rigidi. Nuances che ben si fondono con la collezione “Unique”; mobili selezionati in base a un’intuizione e realizzati grazie alla collaborazione con pochi e rari conoscitori delle tecniche di restauro, poi decorati e serigrafati a mano secondo l’estro dell’artista.

Due vetrate collocate all’interno della sala formano due piccole serre. Qui il verde si rivela protagonista e si compone di una serie di piante che diventano come delle sculture. Completano l’allestimento dei quadri appesi alle pareti che provengono da un’importante galleria d’arte belga.

Il risulto finale regala un luogo dove ogni singolo elemento entra in sintonia con l’altro creando un ambiente nel quale rilassarsi godendosi l’accoglienza di un posto magico.

 

Due realtà diverse ma simili allo stesso tempo, food e design, che si fondono trovando la loro unione nell’infinita passione per ciò che è bello e curato nei minimi dettagli per trasmettere emozioni in ogni realizzazione.

Entrambe con un’identità personale molto forte con lo scopo comune di ricercare e preservare le eccellenze artigianali legate alla tradizione del territorio, riscoprendo e rivalutando maestrie quasi dimenticate e intrecciandole sapientemente a una continua ricerca.

EXTRA
Top